Lo sai che: chi ha inventato il water

Potreste mai immaginare una vita senza gabinetto? Sembra impossibile vero? Eppure c’è stato un tempo in cui il wc non esisteva! Ripercorriamo brevemente la storia di questa indispensabile invenzione.

Oggi potrebbe sembrare assurdo pensare che sia eistito un mondo senza wc. Eppure per molti anni, e anche in tempi non troppo lontani, le case non erano dotati di wc o bagni come li concepiamo noi; addirittura in molti casi i bagni erano esterni alle case stesse. Se oggi diamo per scontata l’esistenza del gabinetto, lo dobbiamo ad ingegnosi, ed inaspettati, inventori che si sono posti il problema di come rendere la nostra vita meno complicata.

Chi ha inventato il water: dalla Cina all’Europa

Chi ha inventato il gabinetto?A quanto pare, sembra che già nella Cina della dinastia Han (tra il 204 a.c. e il 24 d.c.) esistesse un sistema molto simile al concetto di seduta per i bisogni con acqua che scorre.  In Occidente,  anche se esistevano ovviamente le latrine esterne, o stanze private con seduta all’interno nelle case dei più ricchi, ci volle il 1596 per avere una forma di gabinetto antico. Fu il poeta John Harington ad inventare infatti un primo gabinetto con torre serbatoio. Pur non avendo avuto successo in vita, Harington è ricordato come l’inventore dello sciacquone.

Per avere un gabinetto moderno bisognerà attendere fino al 1775, quando sempre nella fumosa Londra un improbabile idraulico riscoprì i bozzetti di Harington!

Alexander Cummings, l’inventore del gabinetto antico

Londra 1775: l‘orologiaio Alexander Cummings, venuto in possesso dei disegni leonardeschi lasciati da Harington, capisce che l’invenzione era veramente importante. Decide quindi di migliorare il prototipo del suo predecessore e brevettare un nuovo sistema. Quest’ultimo alla seduta e all’acqua per lo scarico era dotato di tubo metallico (una specie di primitivo sifone) per evitare che i cattivi odori risalissero appestando le stanze. Certo il tubo in metallo era soggetto all ruggine, ma la via era spianata per i modelli successivi. Da quel momento, il wc divenne parte integrante della ricca borghesia londinese, estendendosi a tutta Europa.

Cosa significa WC

A proposito cosa significa wc? Ovviamente il termine non può che derivare dall’inglese. E’ l’acronimo di water closet, letteralmente ripostiglio dell’acqua, e indicava appunto la stanza in cui si trovava il gabinetto.

Le ultime dal blog