Come sostituire il rubinetto della cucina?

Devi smontare e sostituire il rubinetto della cucina? Il consiglio più semplice e sicuro che possiamo darti è di chiamare l’idraulico ma se vuoi provare da te allora leggi attentamente i nostri consigli. Potranno esserti davvero utili!

Devi preparare la cena per i tuoi invitati ed il rubinetto della cucina si rompe. Un bel guaio, vero? Diventa davvero sconveniente restare senza lavandino in cucina!Il rubinetto perde e, goccia dopo goccia, rischi di far saltare il tuo sistema nervoso? Oppure devi sostituire il rubinetto della cucina semplicemente per un fattore estetico, perché quello vecchio non ti piace più ed è obsoleto.

Smontare il rubinetto della cucina per sostituirlo con uno nuovo sembra una cosa facile ma potresti incontrare delle complicazioni. Se non hai abbastanza familiarità con attrezzi, meccanica, guarnizioni e tubi non esitare a chiamare il pronto intervento idraulico

pronto-intervento-idraulico-idroboss-h24

Se invece preferisci  intervenire con il fai da te allora puoi iniziare a smontare il rubinetto vecchio. Fai comunque attenzione: se hai qualche dubbio, non improvvisare e chiama l’idraulico.

Come smontare il rubinetto della cucina

Prima di iniziare, ricordati di chiudere la chiavetta dell’acqua generale e assicurati anche che non ci siano eventuali incrostazioni. Se il rubinetto presenta calcare, oppure ruggine, risulta più difficoltoso da smontare.

Per poter smontare il rubinetto, lo devi prima liberare dai cavi che sono presenti, aiutandoti con la chiave inglese. Nel caso del miscelatore, ci sono tre elementi da tenere in considerazione: i tubi dell’acqua (calda e fredda) e un terzo perno per il fissaggio al lavello con bullone e rondelle. Quello che devi fare è svitare tutto ed estrarre il rubinetto. Ovviamente, dovrai già aver acquistato il rubinetto nuovo da sostituire al vecchio.

Sostituire il rubinetto della cucina

Sarebbe opportuno controllare anche i tubi, perché potrebbero essere danneggiati e andrebbero quindi  sostituiti prima di montare il nuovo rubinetto. Se i tubi sono ancora idonei, li puoi avvitare, senza dimenticarti della guarnizione.

Procedi riavvitando tutte le parti che hai smontato, quindi riposizionando i raccordi dell’acqua e poi continua con il fissaggio del nuovo miscelatore, facendo attenzione a non danneggiare il nuovo rubinetto. Stringi bene tutti i bulloni utilizzando uno strofinaccio come protezione. Assicurati anche di acquistare modelli adeguati, dato che non sempre i modelli universali si adattano a tutti i rubinetti.

Sostituire un rubinetto a muro

Anche se le moderne cucine hanno quasi tutte il miscelatore, può capitare di dover sostituire il rubinetto al muro in una cucina “vecchia”.

Come cambiare un rubinetto a muro in cucina

In questo caso ti basta una chiave, quella giusta ovviamente, per smontare il monoblocco dal muro e sostituirlo con uno nuovo. Se invece di un unico rubinetto hai tre elementi (acqua fredda, calda ed erogatore) devi lavorare allo stesso modo su ogni chiavetta e sulla fontana. Devi avere però cura di avvitare il tutto con attenzione e delicatezza, ma sempre in modo deciso.

Cambiare un rubinetto vecchio

Devi cambiare un rubinetto vecchio ma calcare ed  incrostazioni creano un ostacolo?

In questo caso devi fare molta attenzione perché rischi di rovinare bulloni e filettature. Cerca invece di utilizzare uno spray, e se lo hai a disposizione, un kit di filettatura.

Sostituire guarnizione del rubinetto in cucina

Non sempre è del tutto necessario cambiare il rubinetto, spesso il problema è la guarnizione che deve essere sostituita. Quando il problema è la guarnizione, percepirai un leggero gocciolamento che diventerà sempre più insistente con il passare del tempo. Per evitare inutili sprechi d’acqua, devi cambiare la guarnizione.

Come sostituire le guarnizioni?

Se hai a che fare con un rubinetto con manopole e chiavette per l’acqua, devi togliere la copertura cromata e svitare la valvola con la chiave inglese. A questo punto puoi sostituire le guarnizioni aiutandoti con un cacciavite per estrarre la vite di fissaggio e togliere  la vecchia guarnizione. Quando hai aggiunto quella nuova, cercando di farla aderire nel modo più congeniale; non ti resta poi che rimettere il perno di fissaggio e rimontare il rubinetto.

Cambiare la guarnizione del miscelatore

Per cambiare la guarnizione del miscelatore, ti occorre smontare la vite della leva che regola l’acqua, smontare le diverse coperture cromate e la fontana dell’acqua. Non dovrai cambiare una sola guarnizione, ma tutte quelle che sono presenti. Prima di iniziare questo lavoro, deve essere in grado di procurarti tutto ciò che serve, ovvero tutti i ricambi adeguati, altrimenti chiama l’idraulico. Se vuoi procedere tu stesso con l’intervento, ricordati di chiudere l’acqua centrale. Cambiare il rubinetto in cucina non è un’impresa impossibile, ma se ti dimentichi di chiudere l’acqua, poi dovrai sicuramente chiamare il pronto intervento idraulico.

Vuoi recuperare il tuo vecchio rubinetto di casa?

Se il rubinetto è ancora in condizioni accettabili, e il problema è un po’ di calcare, allora non è necessario sostituirlo. Basterà semplicemente decorarlo.

Innanzitutto smonta il rubinetto, puliscilo e asciugalo. Rimuovi tutta la cromatura, munendoti di smerigliatrice, martelletta, scalpellino, carta vetrata, vernice al cromo e primer per metalli. Compiuta questa operazione occorre procurarsi la vernice adatta, come ad esempio le bombolette spray o la vernice al cromo o con i colori acrilici. Infine sarà necessario lucidare e passare l’antiruggine.

Curiosità

Il nuovo trend dei rubinetti da cucina è quello a “collo alto”, in grado di assicurare il massimo risparmio di acqua con speciale dispositivo in grado di limitare il flusso e la temperatura, con aeratore incluso. Per sapere di più chiedi all’idraulico.

Le ultime dal blog