Detrazioni fiscali: sai che rientra anche il condizionatore?

Sono arrivate le belle giornate e presto arriverà anche il caldo! Hai pensato di montare un condizionatore per non trascorrere più notti insonni in estate? Se non hai potuto usufruire delle detrazioni fiscali 2018, non preoccuparti! Potrai beneficiare del Bonus Condizionatori 2019 e risparmiare almeno il 50% sull’installazione.

Vediamo come acquistare un condizionatore e usufruire degli sgravi fiscali.

Cos’è il  bonus condizionatori

La finanziaria 2018 prevedeva agevolazioni fiscali per favorire o migliorare il risparmio energetico delle abitazioni, contenere i costi delle famiglie, e far girare l’economia in tempi di recessione. A chi acquistava o sostituiva infissi, caldaie o elettrodomestici, inclusi i condizionatori, spettava un rimborso compreso tra il 50% e il 65% nell’arco di dieci anni in dichiarazione dei redditi. Questa agevolazione riguardavano non solo gli acquisti con, ma anche quelli in assenza di ristrutturazione edilizia o bonus mobili.

La buona notizia è che anche nel 2019 sarà possibile di usufruire delle stesse detrazioni! Ma attenzione: per ottenere gli sgravi fiscali dovrai effettuare un acquisto documentato e che rispetti determinati requisiti.

Detrazioni condizionatore: tipologie e calcolo agevolazioni

Le detrazioni per il condizionatore sono applicabili sull’acquisto di condizionatori con sistema a pompa di calore, cioè capaci sia di raffreddare che di riscaldare un ambiente, e ad alta efficienza energetica. L’acquisto, sia che avvenga per sostituire un vecchio impianto o per crearne uno nuovo, può essere effettuato in concomitanza o in assenza di una ristrutturazione edilizia.

Detrazioni condizionatori senza ristrutturazione

In assenza di ristrutturazione, è possibile usufruire di una detrazione pari al 65% per sostituire un vecchio impianto con uno nuovo a pompa di calore ad alta efficienza energetica per una spesa massima di € 46.154.

Detrazioni condizionatori con ristrutturazione

In caso di ristrutturazione, esistono due tipi di agevolazione fiscale per il montaggio di un condizionatore a pompa di calore, anche non ad alta efficienza:

  • bonus con ristrutturazione edile di immobili residenziali o parti di condominio: in questo caso la detrazione sarà del 50% e l’acquisto beneficierà dell’IVA al 10%. Fino al 31 dicembre 2019 il tetto massimo di spesa è di € 96.000;
  • bonus con mobili e ristrutturazione edilizia di appartamenti, abitazioni singole o condomini e che prevedono anche l’acquisto di mobili e grandi  elettrodomestici: detrazione pari al 50%.

Come usufruire del bonus 

Per usufruire delle detrazioni fiscali condizionatori 2019, e quindi usufruire del rimborso a partire dalla dichiarazione dei redditi 2019, è necessario effettuare un pagamento tracciabile: bonifico bancario, bonifico postale, bonifico bancario parlante. Inoltre è importante conservare le fatture di pagamento per l’acquisto e l’installazione.

Scegliere il modello giusto: chiedi al tuo idraulico di fiducia

Sul mercato esistono tanti tipi di condizionatori.Vuoi essere certo che il modello che hai scelto ti dia accesso alle detrazioni fiscali 2019? Non improvvisare. Rivolgiti al tuo idraulico di fiducia che saprà consigliarti al meglio indicandoti il modello che si addice di più alla tua casa e che ti farà risparmiare qualcosa grazie al bonus fiscale.

Le ultime dal blog