Scarichi acque reflue domestiche non a norma: attenzione alle sanzioni

Sapevi che lo scarico delle acque reflue delle abitazioni deve essere regolamentato? Per non incorrere in sanzioni gli impianti di smaltimento degli scarichi domestici devono essere a norma. Ecco alcuni consigli per evitare multe salate!

Acque reflue: cosa sono e come si distinguono

Gli scarichi fognari sono regolamentati dalla normativa contenuta nel Testo Unico per l’Ambiente  e in particolare dal Articolo 74. Il testo differenzia tra acque reflue domestiche, acque reflue industriali e acque reflue urbane. Avere un impianto di spurgo di scarichi domestici o industriali a norma costituisce una garanzia per la salute dei cittadini e dell’ambiente. Uno scarico a norma protegge dall’insorgere di malattie come colera, dissenteria o epatite che si manifestano quando le acque nere vengono scaricate abusivamente nell’ambiente, o quando gli impianti sono danneggiati da terremoti o inondazioni.

Acque reflue domestiche

Per quanto riguarda le acque reflue domestiche esse comprendono le acque “provenienti da insediamenti di tipo residenziale e da servizi derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e da attività domestiche”. Tra di esse distinguiamo:

  • le acque nere derivanti dagli scarichi del wc
  • le acque grigie priovenienti da scarichi di lavandino, doccia, ecc.
  • le acque grasse derivanti dagli scarichi della cucina
  • le acque meteoriche  cioè l’acqua piovana

La maggior parte dei condomini in città è allacciato all’impianto fognario comunale e dotato quindi di autorizzazione allo smaltimento delle acque reflue domestiche.

Ma se abiti in una casa in campagna o in un condominio isolato, o in un condominio di nuovissima costruzione è bene assicurarsi che lo scarico delle acque reflue domestiche non avvenga fuori fognatura altrimenti  si rischiano multe e sanzioni pesanti.

Se hai fatto costruire una casa e hai un impianto fognario privato o una fossa biologica dovrai chiedere l’autorizzazione per lo scarico delle acque reflue al comune in cui risiedi e fare in modo che la tua fogna sia collegata alla rete fognaria comunale. Infatti anche le fosse biologiche devono essere a norma per non rischiare pesanti multe!

Sanzioni per scarico acque reflue domestiche fuori fognatura

Nel caso di fognatura, fossa biologica o pozzo nero abusivo le sanzioni previste dalla legge possono essere molto salate! Infatti queste possono arrivare fino a 60.000 euro per i condomini in città, mentre per edifici isolati le multe variano dai 600 ai 3000 euro. Nelle aree a vincolo idrogeologico le multe possono arrivare a 1400 euro.

Scarico acque reflue: come mettersi a norma

Se non sei sicuro di essere a norma o devi chiedere l’autorizzazione per lo scarico delle acque reflue rivolgiti ad un professionista. Un idraulico esperto saprà realizzare un impianto a norma e corredare la richiesta di autorizzazione al comune con  lo schema dell’ impianto fognario della tua abitazione e tutti i report tecnici e le planimetrie necessarie.

Non rischiare una multa! Cerca il professionista più vicino a te!

Le ultime dal blog