Lo sai che: il washlet, il water giapponese

Quanti di voi amano viaggiare ma non sopportano che il bidet non venga usato in molti paesi del mondo? Dal Giappone arriva una soluzione: il washlet, il water-bidet, connubio di igiene e tecnologia!

Andiamo alla scoperta di questa utile invenzione dal paese del Sol Levante che ben presto potrebbe rivoluzionare il modo di concepire il bagno anche in Occidente e  ovviare all’assenza del bidet in molti paesi del nord Europa.

Il water giapponese: cos’è e come funziona

Giappone è sinonimo di ordine, pulizia e tecnologia. Non ci sorprende quindi che i giapponesi abbiano inventato un gabinetto munito di bidet. Washlet significa appunto wash+ toilet.  Consiste in un wc munito di getto d’acqua azionato da un sensore posizionato sopra la seduta; può essere installato anche su un wc esistente. Una versione più sofisticata  con telecomando offre sensore per apertura automatico della tavoletta, seduta riscaldata con temperatura regolabile, musica zen di sottofondo per favorire il rilassamento, doppio getto di acqua per igiene anteriore e posteriore, asciugatore ad aria, deodorante per profumare l’ambiente e autopulizia con antibatterico. Una vera e propria spa in un unico congegno! Ecco perché spesso viene anche chiamato spalet (spa+toilet).

La storia del washlet

I gabinetti giapponesi erano considerati luoghi di meditazione e di relax. Ma i Giapponesi erano imbarazzati dai rumori che potevano diffondersi mentre si era in bagno, e tenevano lo sciacquone costantemente tirato. Quindi, per risparmiare acqua e coprire imbarazzanti suoni provenienti dal bagno, nel 20° secolo pensarono di inventare un water che simulasse il suono dello scarico o suonasse della musica. Ecco come venne inventato il water giapponese. Negli anni ’80, l’azienda nipponica TOTO mise in vendita i primi washlet, che ben presto rivoluzionarono il concetto di igiene, soprattutto in un paese dove non esiste la carta igienica.

Presente in quasi tutti gli alberghi, centri commerciali e aeroporti  e in molte case del Giappone, il wc giapponese sta conquistando il mondo. Il washlet oltre ad unire tecnologia e design, consente di risparmiare spazio in bagno ed è anche utile per le persone anziane o i bambini. In Italia sono disponibili vari modelli a marchio Geberit o Grohe.

Le ultime dal blog